«

»

Alimentazione sportiva ed integratori: miti e realtà

Immagine

Per lo sportivo l’alimentazione è determinante ed è utile conoscere quali sono gli alimenti funzionali alla sua attività. Svolgere una attività fisica comporta inevitabilmente un aumento del dispendio energetico perciò la quantità percentuale di carboidrati, proteine e grassi è estremamente importante. Questo dato è molto variabile se si considerano i dati in letteratura per esempio: 30,30 e 40 in grassi, proteine e carboidrati (dieta a zona), altri in 20, 15 e 65 (dieta mediterranea). Non esiste un migliore o peggiore in termini di efficacia e sicurezza, ma bisogna evitare quelle diete drastiche che riducono troppo o addirittura eliminano uno dei 3 componenti principali. Sfortunatamente oggi riceviamo messaggi che ci vogliono più forti, più veloci, più attraenti quindi ogni scorciatoia diventa lecita per raggiungere l’obiettivo. Spesso per raggiungere più velocemente il target si consumano integratori alimentari presenti sia sul mercato reale che sul web. Talvolta queste sostanze vengono descritte con caratteristiche mirabolanti ed estremamente efficaci. Molta approssimazione e confusione è ormai presente su questo argomento. Partiamo dalla definizione di integratore alimentare: è qualcosa che viene aggiunto alla dieta per evitare una carenza di quella sostanza nel nostro cibo. Purtroppo, a volte, gli integratori possono contenere sostanze non controllate dall’EMEA o dall’FDA garanti della sicurezza e della purezza del prodotto. Gli integratori possono  poi essere catalogati in base agli effetti reali o presenti distinguendoli in genere in modo seguente: per aumentare le masse muscolari,  per aumentare la forza muscolare, per favorire la produzione di energia, per favorire il metabolismo lipidico e per favorire il recupero dopo attività sportiva. Già da questo breve elenco, peraltro parziale, si constata come l’argomento integratori sia molto vasto e complesso e di conseguenza non è possibile fare una generalizzazione, ma è necessario valutare sempre con estrema attenzione ogni singolo caso.  I prodotti dietetici sono utili, alle volte indispensabili e in quanto tali necessitano di un uso ragionato, oculato e dettato da esigenze reali e questo offre lo spunto per un “mea culpa” da parte di noi  professionisti che dobbiamo proseguire nella formazione al fine di conoscere sempre meglio le effettive possibilità di intervento nell’integrazione nutrizionale per migliorare il rendimento sportivo. “l’alimentazione può far divenire un buon atleta un grande atleta, ma se errata un grande atleta un mediocre atleta”.

Condividi:
Share this page via Email Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Permalink link a questo articolo: https://www.katieguarato.it/alimentazione-sportiva-ed-integratori-miti-e-realta/