«

»

dieta crudista (Raw Foodism)

Immagine

Attualmente la dieta crudista o Raw Foodism è uno stile alimentare molto in voga negli USA grazie alla diffusione tra le celebrità di Hollywood. Il suo successo è dovuto ad una presunta azione anti – aging del cibo crudo e alla divulgazione del concetto in base al quale l’alimentazione umana nasce cruda e tale deve rimanere. Secondo la dieta crudista il fuoco usato per la cottura è una tecnica di dubbia salubrità che inibisca la percezione della sazietà, induce una eccessiva palatabilità e contribuisce a dare una consistenza poco naturale al cibo.

Uno dei principi cardine della dieta crudista si riconduce agli studi condotti nel 1937 dal dottor Kouchakoff, il quale dimostrò che il cibo cotto induce un aumento dei globuli bianchi a livello sistemico. Già nel 1924, in Italia, il dott. Lusignani scoprì il fenomeno della vasocostrizione in seguito all’assunzione di cibi cotti.

Secondo i principi della dieta crudista i cibi cotti incidono significativamente sullo stato di benessere generale.

Dal punto di vista alimentare la dieta crudista si associa alla nutrizione convenzionale suggerendo di incrementare la frequenza di consumo di frutta e verdura e di ortaggi crudi, di stagione, mirando alla conservazione di alcuni principi nutritivi termolabili (vitamine e agenti antiossidanti).

Gli aspetti che sono più spesso fonte di discussione sono:

  • La qualità/igiene alimentare del cibo dal momento che i crudisti non consigliano il consumo di alimenti pastorizzati o sterilizzati
  • La tensione/gonfiore addominale
  • L’aumento della percezione del freddo a causa dell’abolizione di alimenti caldi
Condividi:
Share this page via Email Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Permalink link a questo articolo: https://www.katieguarato.it/dieta-crudista-raw-foodism/