«

Cioccolato dipendente? Ora non più

Alcuni cibi possono indurre una vera e propria dipendenza con il rischio di mettere a rischio la linea e la salute. In cima alla lista dei cibi per  tantissimi c’è il cioccolato.

Non esistono veri e propri veti per consumare questo alimento perché, se di qualità, il cioccolato è nutriente e aiuta anche l’umore. L’obiettivo però è non esagerare. Prima di tutto meglio scegliere quello al 75%  di cacao. Questa percentuale indica che è stato prodotto con poco zucchero e quindi, oltre a essere più sano ha un sapore amaro che non dà dipendenza e un gusto più intenso che limita la possibilità di esagerare con le dosi.

Per contenere le quantità senza soffrire troppo bisogna puntare su altri snack capaci di dare energia e soddisfare il palato come per esempio la frutta secca o i semi oleosi.

Una voglia irrefrenabile di cioccolato è anche conseguenza di una richiesta importante di carboidrati da parte dell’organismo. Se si dà un taglio alle tavolette meglio cereali integrali ai pasti: questi aiutano a tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue, l’appetito e la voglia di dolce.

Vari studi hanno mostrato che la cannella è in grado di tenere sotto controllo i picchi glicemici e, di conseguenza, non sentire il bisogno di dolci.  In questo modo possiamo modulare anche la nostra esigenza di cioccolato!

Condividi:
Share this page via Email Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Permalink link a questo articolo: https://www.katieguarato.it/cioccolato-dipendente-ora-non-piu/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.