«

I nuovi oli

L’olio è uno degli alimenti che compare più di frequente sulla nostra tavola. Secondo una indagine DOXA ben il 72% degli Italiani ne consuma più di 1 litro al mese (il che vuol dire 3 cucchiai al giorno) tra arachidi, mais e girasole.

Vediamo quelli più originali, nutrienti e gustosi:

olio di avocado

si ottiene dalla polpa fresca del frutto maturo. Il migliore ha colore verde scuro e una consistenza viscosa. Se è giallo significa che è raffinato. Ha proprietà molto simili a quelle dell’olio di oliva: è ricco di vitamina A ed E e acidi grassi essenziali omega 3. Per merito della sua azione anti age previene i danni causati da radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare. Inoltre apporta buona quantità di ferro, potassio, magnesio, minerali preziosi per contrastare la fatica. Va bene per condire e cucinare perché si mantiene inalterato fino a 255°C .

olio di zucca

si ricava dalla spremitura dei semi di zucca. Riduce l’infiammazione e regola il pH dell’organismo grazie alla sua ricchezza di caroteni, vitamine C ed E, minerali come lo zinco, il magnesio, il selenio e il fosforo. Contiene anche beta steroli (sostanze simili ad androgeni ed estrogeni) per cui il suo impiego è consigliato alle donne in menopausa per contrastare le vampate e i disturbi dell’umore e agli uomini che hanno problemi di prostata. Si può usare a crudo nelle insalate di verdure e cereali, nelle minestre, creme, vellutate e salse. Attenzione: teme le alte temperature

olio di lino

Viene prodotto spremendo i semi, ha un sapore leggermente amarognolo. L’olio di semi di lino è da sempre consigliato nelle diete vegetariane per coprire il fabbisogno di omega 3 che sono contenuti nei cibi di origine animale. Un cucchiaio da 10 ml ne fornisce 4.6 g: il doppio di quanto ritenuto necessario da chi non mangia né carne né pesce. Va usato esclusivamente a crudo per condire verdure cotte e crude, zuppe, insalate di cereali in chicco

Olio di canapa

Si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi di Cannabis Sativa (che a differenza dell’Indica non è una droga). Il sapore è gradevole e ricorda quello della nocciola. Aiuta a ridurre il colesterolo “cattivo” LdL prevenendo la formazione di placche aterosclerotiche e l’insorgenza di malattie cardiocircolatorie. Il merito è della alta quota di polinsaturi essenziali: 2 g di Omega 3 e 5.5 g di omega 6 in 1 solo cucchiaio. Questo olio è perfetto per condire le insalate verdi miste e le verdure crude in genere ma anche per passati, minestroni di legumi e cereali. Si può arricchire con semi di canapa interi, fonte di fibre: il gusto risulterà ancora più piacevole.

Condividi:
Share this page via Email Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Permalink link a questo articolo: https://www.katieguarato.it/i-nuovi-oli/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.