↑ Torna a Percorso

Sali alcalinizzanti

Sali alcalinizzanti

Un corpo in forma si mantiene in equilibrio, le ossa sono forti e ci si sente vitali. Nella vita di tutti  i  giorni  la  salute delle  ossa  può soffrire a causa di:  fumo, alcool, assenza di  attività fisica, prossimità alla menopausa, famigliarità per osteoporosi o problematiche articolari. E’ buona norma prestare attenzione alla salute delle ossa: dopo i 35 anni la massa ossea può diminuire dello 0.5-1% ogni anno, mentre una persona su 4 dopo i 50 anni ha problemi alle ossa.  Il  metabolismo  acido  base  gioca un ruolo importante  nel  migliorare  il  vigore  del tessuto osseo.  Attraverso  il cibo e  l’ossigeno le cellule  producono l’energia che serve per vivere.  Questo processo  genera prodotti  di  scarto che sono generalmente acidi.  Affinché non  si rivelino dannosi essi  devono essere neutralizzati velocemente.  Poiché i bicarbonati rappresentano  il principale  tampone  dell’organismo,  il corpo  usa  bicarbonati  alcalini per neutralizzare rapidamente gli acidi.  Solo una corretta  quantità di bicarbonati  garantisce un corretto equilibrio  acido  base  nel  sangue. Quando  gli  acidi  sono  in  grande  quantità il sistema  tampone  risulta  insufficiente.  A  questo  punto  i  bicarbonati  necessari  vengono prelevati dall’osso, il quale rilascia calcio e il suo stato di salute può risultare compromesso.
Prendersi cura del proprio  equilibrio acido base è semplice:  si possono utilizzare cartine al tornasole per verificare direttamente il proprio stato di acidosi misurando  5 volte al giorno il pH urinario.  Un organismo che non è sovraccaricato dagli acidi ha un cambiamento ritmico del valore di  pH durante la giornata:  l’ideale è avere  un valore più alto di pH 7 almeno una volta al giorno.  Con le urine  del mattino,  alle 7,00,  il metabolismo espelle  l’acido prodotto durante  la  notte.  Perciò  il valore del  pH delle  urine mattutine  è  basso.  Dopo colazione, quando  comincia  la  digestione,  in un  corpo sano  c’è un  rilascio di basi.  Questo può già essere rilevato alle 10,00.
La seguente  illustrazione mostra il valore di  pH nelle urine lungo la giornata di un individuo con sovraccarico acido:

Difficilmente  possiamo  ritrovare  l’alternanza  ritmica del valore di pH.  L’organismo mostra segni  di rigidità della  regolazione.  Il corpo è  totalmente  sovraccaricato di  acidi e tenta di neutralizzarli  espellendoli  attraverso  le  urine.  Anche  il  sangue è  utilizzato  per analisi e valutazioni,  ma il valore  del  pH del  sangue non è rappresentativo dell’acidità dei tessuti.
A questo  punto  è  necessario  riportare in  equilibrio il  proprio stato acido base.  Una dieta bilanciata  dovrebbe  comprendere un  60-70%  di  alimenti alcalini e un  30-40% di alimenti acidificanti,  ma  non sempre  la nostra dieta  è ricca di  questi  alimenti.  I Sali alcalinizzanti possono aiutare a gestire  al meglio  l’equilibrio acido base e mantenere le ossa in salute.    I Sali  contengono  speciali  formule  di  bicarbonati  o  citrati  alcalini (Na, Mg, K, e Na)  che neutralizzano rapidamente gli acidi in eccesso.

Condividi:
Share this page via Email Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Permalink link a questo articolo: https://www.katieguarato.it/percorso/sali-alcalinizzanti/