«

»

Strategie antinvecchiamento: sostenere i mitocondri con bietole, lattuga e spinaci

Moltissimi sono gli studi pubblicati che riguardano come sostenere la longevità. Uno dei più trattati riguarda i mitocondri, piccole particelle collocate all’interno della cellula che potrebbero essere paragonati a delle centrali energetiche. Si è scoperto che con il passare del tempo i mitocondri decadono aprendo la strada all’invecchiamento che riguarda tutto il corpo.

La scoperta si deve a Bruce Ames, classe 1928 e professore emerito all’Università di Berkeley: si tratta di uno dei più influenti ricercatori nel campo degli studi sull’invecchiamento.

La cosa più importante nell’ottica della longevità, ma anche per prevenire il cancro e il declino delle facoltà cognitive è mantenere la buona salute dei mitocondri attraverso l’acido lipoico e la L-carnitina. Queste due molecole, sostiene lo studioso, mimano l’azione del digiuno con tutti i benefici che ne derivano. Quindi sì agli integratori ma soprattutto ai nutrienti che ci offre una alimentazione corretta. Ciascuno di noi conserva nel proprio organismo circa un milione di miliardi di mitocondri, le batterie che producono l’energia necessaria per far funzionare tutto il corpo: con l’invecchiamento si va incontro a un progressivo decadimento di questi centri energetici aprendo la strada alle patologie più disparate. La prima strategia rimane evitare il cibo spazzatura e utilizzare cibo ricco di nutrienti essenziali come verdura coltivata seguendo metodi naturali. Ad esempio le verdure verdi a foglia larga come spinaci, bietole, lattuga producono grandi quantità di un enzima, noto come ossido nitrico, che aiuta a mantenere attivi e funzionanti i mitocondri.

Memento: dobbiamo semplicemente imparare a consumare più verdura se vogliamo avere una vita più sana!

Condividi:
Share this page via Email Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Permalink link a questo articolo: https://www.katieguarato.it/strategie-antinvecchiamento-sostenere-i-mitocondri-con-bietole-lattuga-e-spinaci/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>